Archivio mensile:dicembre 2016

Chi difende il territorio a San Martino?

Il suolo continua ad essere consumato ad una velocità incredibile nonostante la crisi che ha colpito molti paesi occidentali. Proprio il 5 dicembre c’è stata la giornata mondiale del suolo. L’Europa non ha riconosciuto la terra come bene comune nonostante 1000 km² di aree coltivate vengano cancellati da nuovi edifici ogni anno!
Ma noi facciamo parte dell’Europa e nel nostro piccolo facciamo anche di peggio!
Il comune di San Martino di Lupari e questa Amministrazione si distinguono per questo!
Il sindaco va fiero degli sportelli unici che ogni anno riesce ad attivare: non c’è Comune della zona con le nostre capacità insediative!
Quel che è triste è che anche le altre opposizioni Lega nord e Lavoro e famiglia stanno condividendo queste scelte. Se andate a leggere la cronaca dell’ultimo consiglio regionale, ad esempio, hanno applaudito al nuovo sportello unico che cementificata altri 10.000 m² del territorio!
Certo il lavoro è importante ma nel suo nome non si può passare sopra a tutto e a tutti specie se non viene fatta un’adeguata informazione e non si offrono alle minoranze le motivazioni che sorreggono le necessità ampliative. In questi anni abbiamo assistito ad ampliamenti in zone a ridosso ad aree vincolate ma, soprattutto, continuiamo ad assistere a una gestione del potere non condiviso nel senso che non viene spiegato in anticipo al consiglio comunale, che dovrebbe approvare, quali sono le esigenze delle attività che vogliono aumentare le proprie cubature e se sono state vagliate altre possibilità di riqualificazione.
Solo Progetto San Martino ha assunto un atteggiamento critico di fronte a questa politica che concede possibilità edificatorie sempre e a chiunque. L’importante è che il richiedente, sia esso un cittadino o un’azienda, sia pronto a pagare!
Ci sentiamo soli in questa battaglia ma ci sentiamo anche nel giusto e chiediamo ai cittadini una altrettanto forte capacità critica e una memoria quando andranno a votare. Allora contino i fabbricati sfitti, le aree occupate inutilmente e la gente ancora senza lavoro: la cementificazione è quasi sempre un palliativo le cui ricadute sul tessuto industriale sono limitate nel tempo. Prima di occupare nuovi spazi bisognerebbe preoccuparsi di riqualificare le aree dismesse e degradate!
Non siamo ideologicamente contrari a nuovi insediamenti, anzi! Chiediamo però maggiore informazione e un rispetto della programmazione. Se è opportuno o necessario continuare a costruire lo si faccia prima nelle zone a ciò deputate: concedere deroghe in continuazione è la prova provata che la programmazione urbanistica di questa amministrazione è fallita!

Cronaca del CC del 23 novembre 2016

1. APPROVAZIONE VERBALE PRECEDENTE
DEL 01-10-2016

Il punto n. 1 è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale con le correzioni (per lo più formali) evidenziate dai consiglieri Zen e Zorzato ottenendo per il futuro l’impegno del Sindaco a far rileggere prima dell’approvazione i testi trascritti.

2. APPROVAZIONE RATIFICA DELIBERAZIONE DI GIUNTA N. 123 DEL 10-10-2016 CONCERNENTE VARIAZIONE D’URGENZA AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-18 (ART. 175, COMMA 4 DEL D.LGS. 267/2000)

Con la deliberazione n.123 del 10-10-2016 la Giunta Comunale ha approvato una variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario del triennio 2016-18: le entrate e le spese sono aumentate di oltre 27.000 Euro (salvaguardati equilibri di bilancio) per l’anno 2016, mentre per gli anni 2017 e 2018 sono aumentate di 19.500 Euro.

Per quanto riguarda questi ultimi, l’aumento delle entrate previste è costituito da sanzioni per illeciti e verrà destinato a spese per la sicurezza; per quanto riguarda l’anno 2016, metà delle entrate sarà determinato da maggiori trasferimenti correnti da Amministrazioni Pubbliche e metà da alienazioni di beni di proprietà del comune. Tali entrate saranno destinate per coprire spese generali (spese elettorali, servizio idrico, etc.).

Il punto 2) è stato approvato con il voto favorevole della sola maggioranza.

Progetto San Martino, così come tutto il resto dell’opposizione, ha espresso un voto contrario ed ha manifestato una forte perplessità circa lo spostamento, interno al capitolo delle Spese, di 13.000 Euro dal Programma “Interventi per le Famiglie” al servizio sanitario regionale.

[ Dichiarazione di voto del Consigliere Campagnolo… ]

3. AGGIORNAMENTO DEL D.U.P. 2016-18 E VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-18

Il punto n. 3 riguarda l’aggiornamento della sessione operativa del D.U.P. (Documento Unico di Programmazione). Tale intervento si è reso necessario in quanto

  1. Le spese di realizzazione della Tensostruttura presso gli Impianti Sportivi di Via Leonardo sono risultate più alte del previsto;

  2. Un’area di 62 mq dal valore di 4.340 Euro è da includere nel piano di alienazione del patrimonio immobiliare del comune;

  3. Un Istruttore direttivo di categoria D1 è stato trasferito per mobilità ad un altro ente del comparto ed è stato sostituito da un Istruttore tecnico di categoria C1.

Il punto 3) è stato approvato con il voto favorevole della sola maggioranza: coerentemente con le posizioni espresse anche in passato, Progetto San Martino insieme a tutta l’opposizione compatta ha espresso un voto contrario.

4. PIANO DEGLI INTERVENTI DEL COMUNE DI SAN MARTINO DI LUPARI. ILLUSTRAZIONE DEL DOCUMENTO DEL SINDACO

Il punto n. 4 riguarda la presentazione della Variante n. 16 al Piano degli Interventi: si tratta di uno step per lo più formale all’interno del quale il sindaco illustra il documento programmatico preliminare alla Variante; al termine della presentazione non è prevista nessuna votazione.

A tale passaggio in consiglio comunale ne seguiranno altri 2 ben più significativi, ovvero l’adozione della Variante al Piano degli Interventi ed infine, trascorsi i 60 giorni previsti nei quali possono essere formulate eventuali controdeduzioni, l’approvazione della Variante.

5. SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE PER AMPLIAMENTO AD USO FABBRICATO PRODUTTIVO DELLA DITTA CUSINATO GIOVANNI SRL IN VARIANTE AL PIANO DEGLI INTERVENTI

Il punto n. 5 riguarda l’approvazione di una procedura di Sportello Unico per le attività produttive. La richiesta è stata avanzata dalla ditta CUSINATO GIOVANNI SRL la quale, in data 17-06-2016, ha prodotto istanza per l’ampliamento di un proprio fabbricato esistente; la proposta prevede la trasformazione da Zona Agricola a Zona D3 di una superficie pari a 8.726 mq e l’ampliamento del fabbricato esistente per 4.188 mq.

La maggioranza che governa San Martino di Lupari, così come la Lega Nord e Lavoro e Famiglia hanno votato tale iniziativa mentre i consiglieri di Progetto San Martino, coerentemente con voti analoghi espressi in un recente passato, hanno scelto di astenersi motivando la propria decisione con la volontà di non “opporsi” di principio all’iniziativa economica privata ma ricordando a tutti i presenti l’assenza, da parte di questa amministrazione, di una seria pianificazione urbanistica per il territorio di San Martino di Lupari: una pianificazione intrisa di deroghe ed eccezioni.

In sintesi, che senso ha prevedere dei vincoli nel P.A.T. se poi si provvede sistematicamente all’indiscriminato consumo di porzioni di territorio utilizzando sempre come unica argomentazione il voler favorire, a tutti i costi, lo sviluppo delle Attività Produttive? Le deroghe diventano eccezioni e, per di più, su tali deroghe non viene fatta alcuna informazione!

[ Dichiarazione di voto del Consigliere Zen… ]

6. INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

• Il consigliere Zen di Progetto San Martino ha presentato un’interpellanza in merito all’applicazione del Decreto legislativo 97/ 2016 importante novità normativa sul diritto di accesso pubblico e sull’obbligo di pubblicità degli atti. È una legge innovativa e siamo curiosi di vedere come verrà applicata in un Comune, come San Martino di Lupari, ostile alla trasparenza. 

[ Interpellanza del Consigliere Zen… ]

• Il consigliere Campagnolo di Progetto San Martino ha presentato un’interpellanza in merito alla viabilità di Viale dei Martiri e di Via Montegrappa.

[ Interpellanza del Consigliere Campagnolo… ]

• Il sindaco ha letto la risposta all’interpellanza presentata dalla consigliera Resoli nella seduta dell’1 ottobre 2016 in merito all’annunciata riqualificazione di Via Cardinale Agostini

[ Interpellanza della Consigliera Resoli… ]
[ Risposta del Sindaco… ]

• Ha letto inoltre la risposta all’interpellanza del consigliere Campagnolo sulla questione dell’organico della polizia urbana.

[ Interpellanza del Consigliere Campagnolo… ]
[ Risposta del Sindaco… ]