Archivi tag: Consiglio comunale

Cronaca del CC del 23 settembre 2019

Lunedì 23 settembre 2019 si è tenuto un nuovo consiglio comunale dell’attuale amministrazione. Da subito si è presentato interessante perché la Maggioranza presentato il proprio programma.
Gli argomenti trattati sono stati i seguenti:
1. Approvazione del verbale del consiglio comunale precedente, ovvero del 30/07/19.
Il nostro consigliere Campagnolo ha chiesto il motivo della chiusura anticipata della registrazione del consiglio precedente, ma il consigliere Volpato, presidente dell’attuale consiglio, ha sostenuto l’inutilità di continuare il consiglio perché secondo lei era già concluso.

2. Presentazione delle linee programmatiche dell’azione di governo 2019-2024.
Su questo punto, dopo che Il Sindaco ha illustrato il suo programma per i prossimi 5 anni, gli abbiamo chiesto come mai 3 obiettivi di intervento che erano presenti nel programma della Lega durante la campagna elettorale (la realizzazione di una infrastruttura ciclo-pedonale per l’attraversamento della Strada Regionale 53 Postumia, la realizzazione di un’area di impianti sportivi a Borghetto su terreno di proprietà del Comune, e la realizzazione di una strada di collegamento (a Monastiero) tra via Leonardo e sottopasso di via Dolomiti per migliorare e decongestionare il traffico urbano) sono completamente assenti. Alla nostra richiesta di darci una spiegazione, non ci è giunta, purtroppo, una risposta esaustiva.

Inoltre, abbiamo voluto far notare che il costo stabilito dalla precedente amministrazione di 30€, ridotto poi a 15 € – grazie all’intervento di Progetto San Martino – riguardante l’uso di sale comunali per le associazioni è comunque eccessivo per le associazioni che si fondano sul volontariato. Progetto San Martino ha avanzato la proposta di renderle gratuite, ma sembra che tale proposta non verrà accettata dalla Lega.
Abbiamo sostenuto e ribadito che è riprovevole inserire il “DASPO urbano per i mendicanti molesti” nel programma del Comune di San Martino di Lupari.

Presentazione del Documento Unico di Programmazione (DUP) del periodo 2020-2022. Il DUP è il documento che raccoglie e mette i numeri contabili alle linee programmatiche. Per la voce “Cittadella della Scuola e della Cultura” (che contiene il polo scolastico) le spese in conto capitale sono per ora inesistenti. Tra pochi mesi (entro maggio 2020) sarà al centro di ogni discorso. Il nostro voto ripete ovviamente il precedente ed è stato contrario.

3. Approvazione del bilancio consolidato dell’esercizio 2018.
Come nei punti precedenti ( 2 e 3) abbiamo votato contro perché non abbiamo mai approvato le spese con i relativi progetti della precedente amministrazione.

4. Variazioni al bilancio di previsione 2019-2021.
Come affermato nel punto precedente, Progetto San Martino non approva le spese dei programmi di questa amministrazione, in quanto lontana ideologicamente da noi.

Approvazione del regolamento per la disciplina delle modalità di affidamento in gestione ed utilizzazione degli impianti sportivi comunali.Noi di Progetto San Martino riteniamo che un regolamento per spazi sportivi comunali non debba mai rifiutare di assegnare spazi alle piccole società ed alle associazioni minori che esistono nella nostra Comunità che ne facciano richiesta. Questo regolamento, pur cercando qua e là di dare la possibilità di praticare sport minori, sembra essere ‘discriminatorio’, perciò abbiamo chiesto di rivederlo, ma la nostra richiesta non é stata accolta.

5. Approvazione del regolamento del museo civico di arte contemporanea “Umbro Apollonio”.
Tutti favorevoli.

6. Rideterminazione del compenso spettante al revisore del conto.
L’attuale amministrazione ha proposto di aumentare il compenso al revisore di SML a € 10500 + spese viaggio (cioè un aumento del 65% fin da subito). Noi abbiamo chiesto di aspettare, visto il continuo bisogno di risorse lamentato dalla Lega, ma la nostra richiesta fondata su argomenti di prudenza e non necessità di intervento non è stata accettata, purtroppo. Quindi l’aumento ci sarà.

7. Interrogazioni/interpellanze.
Questa amministrazione ha affermato orgogliosamente al suo esordio che non ci sono cittadini di serie A né cittadini di serie B, ma abbiamo voluto far notare che esiste nella fattispecie una discriminazione tra cittadini, qualora vengano aiutati solo coloro che abbiano più di 15 anni di residenza nel nostro Comune. Abbiamo voluto far notare quest’aspetto, dando l’occasione di togliere tale discriminazione, ma il tutto è stato travisato. Ci spiace molto che il Sindaco non abbia capito il senso della nostra interpellanza e confidiamo che quando la rileggerà, intuirà che lo stiamo aiutando a mantenere la sua promessa.

– Il consigliere Campagnolo ha chiesto informazioni in merito alla modifica del “Regolamento per la concessione di contributi economici assistenziali alle persone in condizioni disagiate”.

[ Interpellanza del Consigliere Campagnolo… ]

Cronaca del CC del 30 luglio 2019

Martedì 30 luglio 2019 si è tenuto il primo Consiglio Comunale della nuova amministrazione. Noi di Progetto San Martino tiriamo un respiro di sollievo perché finalmente sembra che le porte di un dialogo si siano finalmente aperte. Siamo soltanto al primo di una serie di consigli comunali ma le premesse per un cambiamento rispetto al recente passato ci sono. Incrociamo le dita sperando che l’ascolto della nostra voce, delle nostre idee e soprattutto dei nostri valori venga finalmente recepito dall’amministrazione corrente.

Per quanto concerne il primo punto del consiglio comunale (Approvazione dei verbali del 16 marzo 2019 e 13 giugno 2019) i ns 2 consiglieri Diego Campagnolo e Rino Adelchi hanno scelto di astenersi:tale decisione è stata motivata dal fatto che i verbali del consiglio comunale tenutosi il 16 Marzo 2019 sono pervenuti con 4 mesi di ritardo, ben oltre la soglia massima ragionevole di attesa che a nostro parere non deve superare il mese.

Il secondo punto trattato nel consiglio comunale è stato l’illustrazione della variante n. 19 al Piano degli Interventi: i 2 consiglieri di Progetto San Martino hanno scelto di astenersi in quanto non sono chiare le ragioni di un intervento di questa natura a soli 2 mesi dalle elezioni comunali: che cosa spinge l’amministrazione ad agire con questa fretta? Aspettiamo fiduciosi gli sviluppi in merito.

Il terzo punto trattato è stato la ratifica della Delibera di Giunta N. 87 del 27 giugno 2019, la quale aveva ad oggetto la variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2019/2020: con tale variazione sono stati costituiti fondi di 125.000 € relativi alle spese previste per il progetto del polo scolastico. Fino ad oggi tutto si è svolto a livello di Giunta Comunale, evitando deliberatamente il coinvolgimento del Consiglio Comunale: per il futuro noi ci aspettiamo che in situazioni analoghe il Consiglio abbia la possibilità di partecipare alla discussione fin dall’inizio, evitando così di ritrovarsi alla fine a dover decidere di approvare o respingere un progetto già confezionato. C’è inoltre da aggiungere che la scadenza prevista dal bando per l’ottenimento dei fondi per la costruzione del polo scolastico oramai è vicina (Maggio 2020). Pertanto sorge spontanea una domanda: come intende muoversi l’amministrazione da qui in avanti?

Il quarto punto affrontato è stato l’assestamento generale del bilancio: noi di Progetto San Martino abbiamo espresso un voto contrario per intendiamo restare coerenti fino in fondo con la linea che abbiamo seguito dall’inizio dell’anno in materia di bilancio comunale (che continuiamo a non condividere nel suo complesso). Con l’occasione abbiamo voluto informarci sul ‘contenzioso di via Julia (ex conceria Foresta): la sentenza del Consiglio di Stato n. 4534/2017, prima impugnata e poi confermata, ha condannato il nostro Comune al debito di una grossa somma. Abbiamo chiesto che in Consiglio Comunale vengano comunicati al più presto l’ammontare della somma, i tempi e le modalità tramite le quali tale debito sarà evidenziato nel bilancio.

Il quinto punto trattato nel Consiglio è stato l’approvazione dello schema di convenzione con la provincia di Padova per l’attività di assistenza tecnico-amministrativa in materia di opportunità economiche offerte dall’Unione Europea nell’ambito della programmazione 2014-2020. Su questo punto siamo stati favorevoli.

Il sesto ed ultimo punto all’ordine del giorno affrontato è stato il ‘Riordino istituzionale delle province’, ovvero la revisione delle funzioni delle province. I nostri 2 consiglieri hanno scelto di esprimere un voto contrario in quanto vorremmo evitare che con tale operazione venissero distribuite un bel po’ di poltrone a spese della collettività. In ogni caso condividiamo la necessità che vengano ridiscussi il ruolo e le funzioni delle Province nelle sedi opportune (Governo e-o Parlamento).

Ma quale Consiglio Comunale?

Come vedete in Consiglio Comunale si va solo per varianti al bilancio in modo da permettere i botti di fine anno e di fine mandato !

Inoltre il sindaco ha smentito che dietro le frequenti interruzioni del servizio di illuminazione ci sia una programmazione legata alla necessità di risparmiare. Dobbiamo Allora pensare che i lavori di ammodernamento dell’illuminazione siano stati realizzati con insipienza o negligenza?
In ogni caso si tratta di un grave disservizio.

Pubblichiamo il nostro volantino distribuito nei giorni scorsi e che è frutto delle tante segnalazioni pervenuteci dai concittadini.

Cronaca del CC del 29 settembre 2017

1) APPROVAZIONE VERBALE PRECEDENTE DEL 17-07-2017

Il punto 1), approvato con il voto favorevole della maggioranza, è stato oggetto di contestazioni da parte del consigliere Zorzato, il quale ha rilevato la presenza di un errore di trascrizione nel verbale ed ha richiesto una modifica nel testo. La sua richiesta, lungamente e duramente discussa, non è stata accolta dal sindaco.

2) RATIFICA DELLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 108 DEL 28/08/2017 DI VARIAZIONI D’URGENZA AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2017 – 2019, ADOTTATA AI SENSI DELL’ART. 175 COMMA 4, DEL D.LGS. N.267 / 2000.

Il punto 2) è la ratifica della Delibera di Giunta n. 108 del 28/08/2017 avente per oggetto una variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario per il triennio 2017 – 2019: l’ammontare totale della variazione è di +230.542,04 Euro, sia per quanto riguarda le entrate che le spese.
Fra le entrate gli aumenti più rilevanti derivano dalla distribuzione degli utili deliberata da Etra (+176.817 Euro) e da trasferimenti correnti come contributi regionali e rimborsi spese elettorali (+65.112 Euro): tali entrate correnti hanno finanziato sia spese correnti che spese in conto capitale come, ad esempio, quelle relative ad attività di manutenzione straordinaria di alcune strade (via Monte Grappa e via dell’Usignolo).
Il punto 2) è stato approvato con il voto della sola maggioranza.

3) APPROVAZIONE DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) PERIODO 2018 – 2020

Il punto 3) riguarda l’approvazione del Documento Unico di Programmazione per il triennio 2018 – 2020: tale documento è di notevole importanza in quanto rappresenta la pianificazione strategica degli Enti Locali e caratterizza l’intera gestione economico-finanziaria nel prossimo futuro.
Proprio per questa ragione l’opposizione ha fatto notare al sindaco che il DUP dovrebbe servire come termine di riferimento nel confronto con le cose fatte effettivamente: in particolare, è stato fatto presente che, nonostante il sindaco presenti spesso il comune di San Martino di Lupari come un mondo dorato, attualmente il tasso di disoccupazione si attesta attorno all’11% e questo risultato non può essere certo venduto come positivo!
Questo solo per dire che il DUP può essere anche meraviglioso ma poi, quando ci si confronta con la dura realtà, tutti i nodi vengono al pettine e casca il palco.
Il punto 3) è stato approvato con il voto compatto della maggioranza mentre l’opposizione compatta ha espresso un voto contrario.

4) APPROVAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO DELL’ESERCIZIO 2016 AI SENSI DELL’ART. 11-BIS DEL D.LGS. N. 118/2011

Il punto 4) riguarda l’approvazione del bilancio consolidato dell’esercizio 2016 per il comune di San Martino di Lupari.
L’esercizio 2016 ha chiuso con un risultato positivo di circa 1.550.000 Euro, di cui una cifra pari a 1.300.000 Euro rappresenta il risultato effettivo del comune mentre i restanti 250.000 Euro costituiscono le cosiddette rettifiche di consolidamento, ovvero quei proventi derivanti dalla partecipazione diretta del comune in Etra SPA (fra le società partecipate dal Comune è l’unica ad essere confinata all’interno del perimetro di consolidamento).
L’opposizione ha focalizzato l’attenzione sulle “partecipazioni indirette” del comune di San Martino di Lupari in società come ad esempio Biogas di Schiavon (partecipata da Etra SPA): è stato chiesto al sindaco se, nel caso di fallimento di una di queste società, il comune potrebbe correre qualche rischio.
Il Sindaco ha risposto che non dovrebbe esistere alcun rischio, in quanto quelle di cui si parla sono società di capitali aventi personalità giuridica (in caso di fallimento risponde la società con il suo patrimonio) ed esiste comunque il filtro di Etra SPA.
Il punto 4) è stato approvato con il voto favorevole della sola maggioranza.

5) ADEGUAMENTO DELLO STATUTO DI ETRA S.P.A. AI SENSI DEL D.LGS. N.175/2016. APPROVAZIONE 

Il punto 5) riguarda l’adeguamento dello Statuto di Etra SPA a quanto previsto per le società a gestione pubblica dal decreto legislativo n. 175 del 2016: Il testo revisionato dello Statuto deve essere approvato dall’assemblea straordinaria ed il comune di San Martino di Lupari, avendo una partecipazione del 2,37% nel capitale sociale di Etra SPA, ha sottoposto l’approvazione di tale modifica al consiglio comunale.
Il consigliere di Progetto San Martino Zen ha chiesto se nella revisione dello Statuto il comune è stato coinvolto e chi all’interno dell’amministrazione comunale si interfaccia direttamente con Etra SPA: il sindaco ha confermato il coinvolgimento del comune ed ha indicato se stesso come intermediario principale nelle relazioni con Etra SPA.
Il punto 5) è stato approvato con il voto favorevole della sola maggioranza. Progetto San Martino si è astenuto per non essere stato coinvolto per tempo sul tema.

6) RICOGNIZIONE DELLE PARTECIPAZIONI DI ETRA S.P.A. AI SENSI DELL’ART. 24 DEL D.LGS. 175/2016 (Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica)

In seguito all’entrata in vigore del decreto legislativo n. 175/2016, il quale costituisce il nuovo T.U.S.P. (Testo Unico in materia di Società a partecipazione Pubblica), ogni ente locale può mantenere partecipazioni solo in società caratterizzate da attività di produzione di beni e servizi strettamente necessari al perseguimento delle finalità istituzionali dell’ente.
La diretta conseguenza è l’attuazione di un piano di razionalizzazione, tramite fusione o soppressione, di tutte quelle società che non rientrano nelle categorie previste dal nuovo T.U.S.P.: il comune di San Martino di Lupari deve pertanto eseguire la ricognizione (compilazione della scheda di revisione straordinaria) di tutte le società partecipate (sia direttamente come ETRA SPA che indirettamente come SINTESI SRL) ed approvarla in consiglio comunale.
Il punto 6) è stato approvato con il voto favorevole della sola maggioranza. Progetto San Martino per le stesse ragioni di cui sopra si è astenuto.

7) APPROVAZIONE REGOLAMENTO SULL’UTILIZZO DI PRODOTTI FITOSANITARI NELLE AREE FREQUENTATE DALLA POPOLAZIONE O DA GRUPPI VULNERABILI

Il punto 7) è la conseguenza della Direttiva n. 128 del 2009 emanata dal Parlamento Europeo e recepita dal Decreto Legislativo n. 150 del 2012, il quale ha consentito l’adozione del Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile di prodotti fitosanitari: fra le misure che si intendono adottare vi sono la formazione all’utilizzo di distributori, consulenti ed utilizzatori, l’introduzione dell’obbligo del controllo periodico delle attrezzature per la distribuzione, la corretta gestione dei fitosanitari dalla nascita fino allo smaltimento dei rifiuti, la riduzione dell’uso di tali prodotti nelle aree protette ed in quelle frequentate dalla popolazione.
Il punto 7) è stato approvato all’unanimità.

 

8) CLASSIFICAZIONE / DECLASSIFICAZIONE DI ALCUNI TRATTI DI STRADA IN COMUNE DI SAN MARTINO DI LUPARI

Il punto 8) all’ordine del giorno riguarda la riclassifica di 2 tratti stradali interni al comune di San Martino di Lupari.
Ancora nel lontano 2004 la provincia di Padova aveva approvato il progetto della costruzione della cosiddetta “Variante di Lovari” (Via dei Roveri), una sorta di tangenziale che aveva lo scopo di far fluire il traffico pesante fuori dall’abitato della frazione di Lovari, la quale veniva attraversata dalla S.P. 39 detta dell’Orcone (Via La Marmora).
La delibera del Consiglio Provinciale n. 12 del 04/08/2017 ha stabilito, visto il cambio di circolazione dovuto all’intervento sopra citato, di declassificare a strada comunale la S.P.39 dell’Orcone e di acquisire dal Comune di San Martino di Lupari la strada comunale denominata Via dei Roveri.
Il punto 8) è stato approvato con il voto favorevole della maggioranza e del consigliere Zorzato; i 4 consiglieri di Progetto San Martino hanno scelto di astenersi. 

[ Dichiarazione di voto della Consigliera Marostica… ]

9) INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

– Il consigliere Campagnolo ha presentato un’interpellanza in merito alla pericolosa situazione della rotonda posta fra Via Antonelli e Via Traversagni.

[ Interpellanza del Consigliere Campagnolo… ]

– Il Sindaco ha letto la risposta alle interpellanze presentate dai Consiglieri di Progetto San Martino nella seduta precedente:

  a) stima dell’area del polivalente.

[ Interpellanza del Consigliere Zen… ]

[Risposta all’interpellanza del Consigliere Zen… ]

  b) situazione della circolazione in Via dei Martiri.

[ Interpellanza del Consigliere Campagnolo… ]

[Risposta all’interpellanza del Consigliere Campagnolo… ]

  c) addizionale irpef.

[ Interpellanza della Consigliera Marostica… ]

[Risposta all’interpellanza della Consigliera Marostica… ]

N.B. Al consiglio comunale non hanno partecipato i consiglieri della Lega Nord (più correttamente quelli del Gruppo Misto) ed era ancora una volta assente il consigliere di maggioranza Bordignon Alberto.

Cronaca del CC del 17 luglio 2017

1) APPROVAZIONE VERBALE PRECEDENTE DEL 28-04-2017

Il punto n. 1 è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale, il quale ha visto stavolta la presenza di 16 consiglieri su 17 per l’assenza del consigliere Zorzato.
Progetto San Martino ha comunque fatto notare come l’Amministrazione avesse promesso di inviare ai Consiglieri i verbali delle sedute al più tardi 10/15 giorni dopo il Consiglio Comunale, e non a ridosso del Consiglio Comunale successivo. Ciò è utile al fine di permettere ai Consiglieri di ricordare le discussioni avvenute e di effettuare le eventuali osservazioni al verbale. Progetto San Martino sollecita perciò il rispetto dei termini temporali promessi.

2) VARIANTE N. 16 AL PIANO DEGLI INTERVENTI – CONTRODEDUZIONI ED APPROVAZIONE

La variante n. 16 al Piano degli Interventi, adottata dopo il voto favorevole del Consiglio Comunale del 28-04-2017, ha visto pervenire 18 osservazioni da parte dei soggetti coinvolti.
Fra le 18 osservazioni presentate abbiamo scelto di dare rilievo a quella presentata dal Direttivo del Partito Democratico di San Martino di Lupari, che appoggia la Lista Civica “Progetto San Martino”. La variante n. 16 prevede la soppressione del passaggio a livello in via Tombolata da parte delle Ferrovie dello Stato: tale intervento potrebbe essere causa di non pochi disagi a chi abita in zona e finirebbe certamente per peggiorare la viabilità nel collegamento fra il Nord ed il Sud di San Martino di Lupari.
Il PD propone di riprendere un vecchio progetto per un sottopasso / sovrappasso che aiuti a risolvere questo problema. Purtroppo l’amministrazione ha respinto tale controdeduzione ed il capogruppo di Progetto San Martino ha chiesto spiegazioni in merito. Il sindaco ha affermato che l’amministrazione ha in mente una soluzione diversa per affrontare la questione.
Il punto n. 2) è stato approvato con il voto della sola maggioranza, i 2 esponenti del Gruppo Misto hanno espresso un voto contrario mentre Progetto San Martino ha optato per l’astensione.

3) VARIANTE N. 17 AL PIANO DEGLI INTERVENTI – ACCORDO PUBBLICO – PRIVATO – REALIZZAZIONE CASA DI RIPOSO PER ANZIANI

Il punto n. 3 riguarda l’adozione della Variante n. 17 al Piano degli Interventi, la quale ha per oggetto un accordo pubblico – privato per la realizzazione di una casa di riposo per anziani.
Il signor Sandonà Francesco (Ditta S.G.R. s.p.a – Fondo Salute 2) ha ufficialmente chiesto la riconversione territoriale di una superficie di 8.693 mq in via Roveri nella frazione di Lovari: la destinazione di quest’ultima passerà da zona agricola ad area dedicata ai servizi socio-assistenziali e sanitari.
La consigliera di Progetto San Martino Rossella Resoli ha espresso perplessità circa la necessità di tale intervento in quanto nel territorio sono già presenti strutture analoghe che peraltro risultano ad oggi sottoutilizzate. Inoltre, ha rilevato l’anomalia che le garanzie siano prestate da una società (Numeria Srl) di cui sono soci e amministratori legali dello Studio che assiste solitamente il Comune.
Altri rilievi sono stati mossi dai consiglieri della Lega Nord, i quali hanno sottolineato che l’ubicazione della casa di riposo è infelice in quanto risulta distante dal centro di San Martino di Lupari e potrebbe essere scomoda per chi ha difficoltà a muoversi.
Il punto n. 3) è stato approvato con il voto compatto della maggioranza mentre l’opposizione ha scelto di astenersi.

[ Dichiarazione di voto della Consigliera Resoli… ]

4) APPROVAZIONE SPORTELLO UNICO ATTIVITA’ PRODUTTIVE DITTA ERICA SRL

In data 11-05-2017 è stata adottata la variante al Piano degli Interventi relativa allo Sportello Unico Attività Produttive ditta Erica srl: la variante prevede la trasformazione di un’area di 2.170 mq da Zona Agricola a Zona Territoriale Omogenea D1 e consente la realizzazione dell’ampliamento di un fabbricato esistente di 1.068, 48 mq.
Progetto San Martino ha scelto di astenersi nel voto al punto 4). Il capogruppo Zen ha spiegato che, anche se Progetto San Martino ritiene sbagliato il continuo ricorso da parte dell’amministrazione a procedure di Sportello Unico altamente impattanti sul territorio senza un minimo di informazione e condivisione, in questo caso, essendo la zona in questione ad espansione a ridosso di un’area industriale già esistente, l’intervento a favore del privato non risulta di per sé una scelta sbagliata.

[ Dichiarazione di voto del Consigliere Zen… ]

5) ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO E SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI PER L’ESERCIZIO 2017

Il punto 5) è un passaggio “dovuto” in quanto l’art 175 comma 8 del decreto legislativo n. 167/2000 prevede che, al fine di assicurare il pareggio di bilancio, il consiglio comunale ha tempo fino al 31 luglio di ogni anno per attuare la variazione di assestamento generale al bilancio di previsione finanziario dopo aver verificato tutte le voci di entrata e di uscita.
Come da copione (per la delicatezza dell’argomento e per la poca chiarezza della documentazione) quando si vota in materia di bilancio, il punto 5) è stato approvato con il voto favorevole della sola maggioranza.

6) VARIAZIONI AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2017 – 2019

Il punto 6) riguarda le variazioni apportate dall’amministrazione comunale di SML al bilancio di previsione finanziario 2017 – 2019: quest’ultimo, rispetto all’elaborazione precedente, conserva gli equilibri di bilancio in quanto prevede una variazione di 802.500 Euro sia per le entrate che per le spese.
Fra le spese in conto capitale è previsto un aumento di 732.500 Euro per quanto concerne la viabilità stradale e le infrastrutture collegate ed un aumento di 70.000 Euro per la tutela e valorizzazione ambientale; fra le entrate in conto capitale sono previste 250.000 Euro di Entrate Extratributarie derivanti dalla repressione degli illeciti (multe), 322.000 Euro di Entrate derivanti da alienazioni di beni di patrimonio comunale ed altre 230.000 Euro di entrate generiche non precisate.
Proprio su questo ultimo punto ci sarebbe da soffermarsi: è sinonimo di trasparenza identificare in maniera così generica una quota rilevante di entrate che dovrebbero finanziarie le maggiori spese non previste in precedenza?
Progetto San Martino, così come il resto dell’opposizione, ha espresso un voto contrario al punto 6), che è stato approvato con il voto della sola maggioranza.

7) RATIFICA DELLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 67 del 22/05/2017 di VARIAZIONI D’URGENZA AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2017 – 2019

Il punto 7) è semplicemente una mera ratifica di una delibera di giunta per una variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2017 – 2019.
Il Comune di San Martino di Lupari ha infatti sostenuto spese legali (le ennesime) per 20.000 Euro in merito ad un contenzioso con il TAR per un intervento in via Julia a San Martino di Lupari. Tali spese verranno coperte mediante tributi per 9.000 euro mentre il resto proverrà da trasferimenti correnti da Amministrazioni Pubbliche.
Il punto 7) è stato approvato con il voto della sola maggioranza. Progetto San Martino ha sottolineato come nella delibera non siano spese nemmeno due righe per spiegare a cosa sia dovuta la variazione d’urgenza al bilancio, rendendo perciò impossibile capire se le variazioni d’urgenza effettuate siano pertinenti o meno; le variazioni vengono infatti giustificate scrivendo “derivanti dall’esigenza di realizzare gli interventi programmati e di far fronte alle sopravvenute esigenze di spesa”.

8) REGOLAMENTO DI CONTABILITA’

In data 23-06-2011 è stato emanato il Decreto Legislativo n. 118 avente per oggetto l’armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio di Regioni ed Enti Locali: tale normativa ha portato alla rivisitazione ed alla riformulazione del Regolamento di Contabilità del comune.
Il capogruppo di Progetto San Martino consigliere Zen, nella sua dichiarazione di voto ha sottolineato che, pur non essendo necessario un passaggio in commissione per l’approvazione di tale regolamento, sarebbe stata auspicabile una condivisione da parte di tutti di tale novità, soprattutto per ragioni di trasparenza e vista l’importanza dello strumento.
Per tale ragione Progetto San Martino, pur ritenendo dovuta l’adozione del Regolamento di Contabilità, ha optato per l’astensione mentre i 2 consiglieri del Gruppo Misto hanno espresso un voto contrario.
Il punto 8) è stato approvato con il voto della maggioranza.

[ Dichiarazione di voto del Consigliere Zen… ]

9) MODIFICA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA DEI COMUNI ADERENTI AL DISTRETTO DI POLIZIA PD1A

In data 20-02-2017 è stato emanato il Decreto Legge n. 14 inerente alla Tutela della Sicurezza Urbana: in conseguenza all’entrata in vigore di tale norma il Comune ha ritenuto necessario riformulare gli art. 1 e 7 del Regolamento di Polizia Urbana.
I consiglieri di Progetto San Martino, pur non essendo a priori contrari a tale iniziativa, hanno scelto di astenersi ed hanno motivato la loro decisione con la dichiarazione di voto presentata dal consigliere Campagnolo, che mette in evidenza come la modifica all’art. 7 sembri fatta apposta per avere uno strumento – mascherato con la difesa del “decoro” – da utilizzare contro determinate persone (e a tutta l’assemblea è chiaro un riferimento preciso ad una persona che utilizza quotidianamente le panchine del piazzale del municipio…); l’occasione è stata propizia, inoltre, per sollecitare l’Amministrazione su un punto a cui Progetto San Martino tiene in maniera particolare, cioè la necessità di un “Polo Culturale”, che possa diventare sede del museo Umbro Apollonio e centro di diffusione della cultura, tanto bistrattata da questa amministrazione comunale.

[ Dichiarazione di voto del Consigliere Campagnolo… ]

10) INDIVIDUAZIONE ORGANISMI COLLEGIALI INDISPENSABILI

In attuazione all’articolo 96 del decreto legislativo n. 267 / 2000 il Comune di San Martino di Lupari ha scelto di istituire come organismi collegiali indispensabili 2 commissioni: la commissione Statuto e Regolamenti e la commissione Assistenza.
Trattandosi di uno dei cavalli di battaglia storici di Progetto San Martino, i consiglieri di quest’ultimo hanno espresso un voto favorevole a tale punto, supportati ovviamente dal voto della maggioranza mentre i 2 consiglieri del gruppo Lega Nord hanno espresso un voto contrario.

11) MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI DI PROGETTO SAN MARTINO AVENTE PER OGGETTO: “LE LINEE GUIDA REGIONALI PER GLI ATTI AZIENDALI DELLE ULSS NON PENALIZZINO I SERVIZI AD ELEVATA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA”

Il punto n. 11 è stato approvato con il voto favorevole di maggioranza e di Progetto San Martino, mentre ha visto la contrarietà dei 2 consiglieri della lega Nord.
La Mozione chiede al Consiglio Regionale di ridefinire il ruolo dei sindaci, di organizzare al meglio le funzioni di apicalità di tutti i Distretti e di garantire la piena copertura degli organici del personale.

[ Mozione dei Consiglieri di Progetto San Martino… ]

12) INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

I consiglieri di Progetto San Martino hanno presentato le seguenti interpellanze:
– Il consigliere Zen ha chiede informazioni in merito alla zona del polivalente prevista inizialmente per la casa di riposo.

[ Interpellanza del Consigliere Zen… ]

– Il consigliere Campagnolo ha chiesto informazioni in merito alla viabilità di Campagnalta.

[ Interpellanza del Consigliere Campagnolo… ]

– La consigliera Marostica ha chiesto delucidazioni sull’addizionale irpef applicata a SML.

[ Interpellanza della Consigliera Marostica… ]

Il sindaco ha letto infine le risposte alle interpellanze presentate nella seduta del consiglio comunale precedente:
– Interpellanza di Resoli sulla riorganizzazione dell’Ulss.

[ Interpellanza della Consigliera Resoli… ]

[ Risposta all’interpellanza della Consigliera Resoli… ]

– Interpellanza di Marostica sul punto Inps.

[ Interpellanza della Consigliera Marostica… ]

[Risposta all’interpellanza della Consigliera Marostica… ]

– Interpellanza Zen sulla Corsa ciclistica – Premio Baron.

[ Interpellanza del Consigliere Zen… ]

[Risposta all’interpellanza del Consigliere Zen… ]